Grest 2020 - Unità Pastorale "mons. Antonio Barosi"

Diocesi di Cremona
Unità Pastorale "mons. Antonio Barosi"
Casteldidone, San Giovanni in Croce, San Lorenzo Aroldo, Solarolo Rainerio e Voltido
via Guglielmo Marconi, 4 - 26037 San Giovanni in Croce (CR) - tel. 0375 91026 - mail: info@upbarosi.it
Vai ai contenuti
GrEst 2020
GrEst 2020: Giocare è una cosa seria
Il gioco è senza età e senza tempo. L'esperienza del gioco è qualcosa di unico che ci permette, sia da bambini che da adulti, di ritagliarci del tempo. Nella sua semplicità, ma non banalità, sottende e ci offre un'occasione formativa essenziale, che tocca anche le corde della spiritualità.
In quest'ottica, l'attività Iudica è esperienza essenziale della vita e giocare permette all'uomo di riconoscersi come tale, in una dinamica coinvolgente che traccia autentici principi valori ali.
Come uomini siamo consapevoli di essere sempre posti in relazione e cosi, nella vita come nel gioco, ci ritroviamo a giocarci con altri, che non sono soltanto la personificazione di un personaggio, bensì l'espressione di un volto, Riconoscerlo significa accoglierli come un tu, persone determinate e volute, non individui generici.
In questa reciprocità, bambini, preadolescenti, adolescenti, giovani e anche adulti sperimentano un basilare incontro cognitivo e sociale, in cui testano la conoscenza di sé stessi, dei propri limiti e la bellezza della collaborazione, In questo modo è chiaro come gli altri individui siano necessari, soprattutto al fine del gioco e della possibilità di immedesimarci e misurarci in un ruolo, Per diventare noi stessi, abbiamo bisogno di chi ci accompagna in questo percorso, in ruoli amicali elo antagonisti, perché non diventiamo pienamente uomini e donne se non in relazione ad altri.
La determinazione del ruolo permette di farsi promotore di creatività e di atteggiamenti che sottendono regole e norme, necessarie per vivere il gioco con gioia, sentimento ed elemento centrale dell'esperienza cristiana, Quando giochiamo, viviamo pertanto una sensazione di felicità, che è tale se il gioco è animato dalla gratuità, essenza del farsi prossimo e atteggiamento proprio del credente.
Il gioco è dunque una cosa seria che ci chiama in causa come adulti, i quali devono valorizzare, sostenere, tutelare e promuovere il gioco in quanto esperienza fondamentale per bambini, preadolescenti, adolescenti o giovani che crescono.
Torna ai contenuti